La storia del torrone: l’origine e il nome!

Quando e dove è nato il torrone?

La sua origine è avvolta nel mistero, cercando di risalire il corso della storia si arriva addirittura in Cina: pare che il torrone sia nato qui, luogo dal quale proviene storicamente la mandorla.

Sarebbero stati gli arabi a portarlo nel bacino del Mediterraneo, in Sicilia, in Spagna, e a Cremona, strategico porto fluviale sul Po.

Il torrone sarebbe quindi una variazione della famosa “cubbaita” o “giuggiolena”, dolce arabo fatto di miele e sesamo.

“Turròn” è un termine spagnolo alquanto discusso e secondo le tesi degli studiosi iberici il torrone sarebbe ad ogni modo di derivazione araba.

L’inizio della produzione di torroni tradizionali in Spagna si fa risalire al XVI secolo.

In Italia, tra il 1100 e il 1150, Gherardo Cremonese tradusse il “De medicinis e cibis semplicibus”, scritto dal medico di Cordova Abdul Mutarrif.

Vi si esaltavano le virtù del miele e veniva citato un dolce arabo: il ” turun”.

A Cremona, i rivenditori sostengono comunque che il torrone nacque lì, nel 1441, durante il banchetto nuziale di Bianca Maria Visconti e di Francesco Sforza, quando venne confezionato in forma di Torrazzo (l’alta torre campanaria del duomo della città), da cui avrebbe preso il nome.

Secondo un’altra tradizione infine, furono gli antichi Romani a tramandarci la ricetta di questa ghiottoneria.

Nel 116 circa a.C., Marco Terenzio Varrone il Reatino citava il gustoso “Cuppedo”: “Cupeto” è ancora oggi il nome del torrone in molte zone dell’Italia Meridionale.

Anche l’etimologia del nome “torrone” ci porta dallo spagnolo turròn = abbrustolito (derivato di turrar = arrostire), al latino torrere = tostare.

AGGIORNAMENTO del 3 ottobre 2013
Andando alla ricerca dell’origine del Torrone mi sono imbattuto in questo articolo scritto da Michele Scolari nel suo blog dove ha portato interessanti approfondimenti a riguardo, leggetelo perchè merita davvero, ecco il link: